San fele
1°posto su 2000 foto nel concorso regionale wiki loves Basilicata
18 gennaio 2020 15:46
attrezzatura
Canon Eos 5d mark iv
tamron 15-30 a 15mm
cavalletto
Dati di scatto 
1/50sec f9 iso100
panoramica 180° 
posizione
belvedere san fele in provincia di potenza
informazioni 
San Fele in Basilicata, una “bella scoperta” come recita il claim dell’Agenzia di Promozione Territoriale e che ben si adatta a questo piccolo paesino in provincia di Potenza che non solo di recente è stato inserito nel prestigioso novero dei Borghi Più Belli d’Italia ma merita pure di essere visitato per via dello scenario naturale quasi immacolato in cui è immerso e per le omonime cascate che si generato dai salti di quota del torrente Bradano. Si trova infatti a poco più di 60 chilometri dal capoluogo lucano un borgo che oggi conta circa 2800 anime e che rappresenta una tappa ideale per coloro che amano scoprire posti incontaminatiproprio perché letteralmente “incastonati” e protetti da una natura rigogliosa e a tratti selvaggia: ed è proprio l’escursionismo e la voglia di avventure tipica di coloro che non hanno bisogno di molti comfort per organizzare una vacanza la principale attrattiva di San Fele, il cui nome (che deriva anticamente dal latino“Felix, felicis”) era in origine San Felice prima di subire dei cambiamenti nel corso della sua lunga storia.
Pietrapertosa
Avrei potuto cancellare i cavi di sicurezza collegati all’imbracatura ma sarebbe stato simile a cancellare il sacrificio, la paura e la voglia di realizzare questa foto!
Sicuramente non sarà il mio lavoro migliore, ma è la foto che più mi rappresenta in tutte le sue sfumature, in tutti i suoi difetti.
Perché amo la mia terra e sono pronto a tutto.
8 febbraio 2020 16:46
attrezzatura
Canon Eos 5d mark iv
tamron 15-30 a 15mm
cavalletto

dati di scatto
1/25sec f16 iso100
panoramica 180°
posizione
pietrapertosa in provincia di potenza
pietrapertosa
Pietrapertosa è uno dei “Borghi più belli d’Italia”, arrampicato sulle Piccole Dolomiti Lucane e immerso nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato.
L’incantevole paese è costruito interamente sulla roccia nuda, quasi incastonato come la più preziosa delle pietre. Si raggiunge percorrendo l’unica strada principale e si svela dietro alla grande massa rocciosa che è posta proprio all’ingresso.
Il suo nome, Pietraperciata, che vuol dire “pietra forata”, deriva dalla presenza di una grande rupe sfondata da parte a parte.
Preservando la sua natura di roccaforte, Pietrapertosa si snoda fino ai piedi dell’antico e suggestivo castello saraceno anch’esso scavato nella roccia. Proprio qui, nella parte più alta del paese, ci si ritrova all’interno di un mondo magico: l’Arabata, il quartiere più antico che svela le origini arabe del paese e si mostra in tutta la sua spettacolare bellezza.
Piccole case contadine, incastrate l’una nell’altra e quasi poggiate alla roccia scoscesa, un labirinto di stradine e scalette tutte in salita, costituiscono il quartiere rimasto invariato nel tempo.
Più ci si addentra nel borgo, più ci si accorge di come Pietrapertosa sia circondata da dirupi scoscesi e un paesaggio mozzafiato. Qui, come a Castelmezzano, si sorvolano le Piccole Dolomiti Lucane, con il “Volo dell’Angelo”, e si assiste al misterioso “matrimonio” tra gli alberi.
Back to Top